Il piano per uscire dalla crisi proposto a Milano lascia perplessi

In Lombardia, la Regione ha elaborato un programma «fatto di quattro D: digitalizzazione, diagnosi, dispositivi e distanziamento sociale». Vorrebbe essere una formula efficace, ma è uno slogan vuoto, sostiene Gea, la nostra corrispondente a Milano.

Publié le 21 avril 2020 16:29. Modifié le 27 avril 2020 12:19.

C’è bisogno di aggrapparsi a qualcosa: dopo 50 giorni di lockdown, tutti abbiamo bisogno di pensare che il new normal, quale che sia, stia per iniziare. O almeno che ci sia un piano per il suo avvio.

Così  gli amministratori della Regione Lombardia, dove ancora muoiono tra le duecento e le trecento persone al giorno, hanno tirato fuori dal cilindro  un piano in quattro D: «digitalizzazione, diagnosi, dispositivi, distanza».

Réservé aux abonnés

Cet article est réservé aux abonnés.

Déjà abonné(e) ? Se connecter