Foto: Gabriele Galimberti. Eleonora Rizzardini, 26 anni, è la sola e unica responsabile della comunicazione dell'ospedale Sacco, in prima linea contro l'epidemia di coronavirus.

Milano alla fiera delle notizie false

L'altro ieri il grande timore era che il virus rimanesse in aria per trenta minuti e che potesse raggiungere una distanza di tre metri. Oggi la speranza è che la vitamina C sia sufficiente a proteggerla. Niente è vero, a parte il panico che cresce ogni giorno. Tranne che per la ventiseienne Eleonora Rizzardini, dell'Ospedale Luigi Sacco, che controlla tutte queste informazioni per i giornalisti. Come noi due: Gea, 40, tosse, temperatura 36,9 e Gabriele, 42, nessun sintomo influenzale, temperatura 36,7.

C’è una notizia nuova ogni giorno.

Un’informazione che potrebbe salvarti dal coronavirus, o terrorizzarti ancora di più.
Le chat di whatsapp ne sono sono intasate, gli amici ti chiamano per segnalartele dopo averle sentite per radio, i post su Facebook sono scritti con caratteri maiuscoli e asterischi come fossero agenzie di stampa.

Cet article est réservé aux abonnés.

Accédez à tous nos contenus, soutenez une rédaction indépendante.

S'abonner